U18: ERASE AND REWIND

Capitano a volte nello sport momenti in cui ti trovi ad affrontare dei passaggi cruciali, dei “colli di bottiglia” proprio quando sei nel tuo momento peggiore, quando arriva l’istante in cui devi battere terreni di caccia con poche frecce al tuo arco e ti sembra di lottare contro i mulini a vento malgrado gli sforzi profusi.
Qualcosa del genere è un po’ quello che è capitato al 15 bianconero, impegnato la scorsa domenica ad Oderzo ed opposto ai grifoni biancorossi che fino a quel momento occupavano la terza posizione in campionato, proprio alle spalle di Mirano e con in corpo la voglia e la smania di scalare la classifica a spese dei boys.
I bianconeri venivano da una settimana di allenamenti un po’ complicata, trascorsa a leccarsi le ferite e a risolvere qualche complesso rebus mentale sorto dalle ceneri della sconfitta casalinga patita nel precedente turno di campionato.
Toni e Francè (i 2 strizzacervelli a capo del gruppo) si sono adoperati in uno scrupoloso e benefico “erase and rewind”, esortando i ragazzi a cancellare mentalmente gli esiti negativi del match precedente e a ripartire dalle quelle basi di gioco conosciute e consolidate che hanno precedentemente fruttano 5 vittorie nel torneo meritocratico.
Compito difficile quello dei mister, reso peraltro ancora più complicato da un “reparto” di lungodegenza continuamente work in progress che ha ridotto all’osso gli effettivi della squadra.

Si gioca in una bella domenica soleggiata ad Oderzo, ma per Mirano comincia paradossalmente subito a piovere sul bagnato.
Dopo un minuto è subito 3 a zero per i locali, complice un fallo dei nostri davanti alla porta.
Passano altri 10 minuti e i boys si ritrovano in inferiorità numerica per un “giallo” sventolato in faccia dall’arbitro su una nostra fase di ripiego.
E sull’azione successiva Oderzo trova il guizzo giusto sul nostro out sinistro portandosi avanti 10 a zero ed esaltando lo schiamazzo della calorosissima tifoseria locale che già sta cominciando a pregustare una partita in discesa.
Ma proprio quando tutto sembra girarci contro, quando ogni sforzo, ogni sacrificio sembra portare a niente, i boys realizzano che per la squadra avversaria può bastare così, decidendo di cominciare la scalata a questo Everest di cattivi pensieri spostando il “campo base” dentro alla linea dei 22 Opitergini.

Verso la fine del primo tempo il nostro pacchetto tutta “ciccia e brufoli” confeziona il primo drive da touche che Oderzo riesce a contenere con grande fatica, ma con la successiva azione copia/incolla i nostri levano via porte e finestre della difesa biancorossa confezionando la meta del 10 a 5 che accende e trasforma magicamente la squadra e che di fatto decide la partita.
Oderzo, splendido e spavaldo nei primi venti minuti di gioco, si è spento proprio in questo preciso istante consegnando ai nostri ragazzi le chiavi dell’incontro.
Una volta trovato il bandolo della matassa, Mirano ha saputo confezionare un secondo tempo esaltante per dinamicità e concretezza, trasferendo agli avversari ogni paura e timidezza e debordando coralmente nella metà campo dei grifoni, incapaci di arginare le incursioni degli indemoniati bianconeri, capaci di andare altre 3 volte in meta ed in grado di disinnescare sul nascere ogni tentativo di reazione dei padroni di casa.

Il conclusivo 25 a 10 a nostro favore ha premiato la forza ed il coraggio dei ragazzi di Mirano, orgogliosamente e ostinatamente capaci di voltare pagina nel momento di maggiore difficoltà e meritatamente omaggiati dal 15 di Oderzo e dalla tifoseria locale da un convinto applauso a fine incontro.

Domenica prossima, match casalingo per i bianconeri nell’amato fortino del campo B di via Matteotti, opposti al rugby Udine per provare a “strappare” ed allungare una classifica che … va ben dai … no digo gnente … mejo che me ferma qua!!!

Jena Plinsky

N.B. Mete di Scattolin, Brugnolaro, Cappellazzo, Cazzin M.
Foto: Mirna Cestaro

Un pensiero riguardo “U18: ERASE AND REWIND

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *