U18: VIA DA CHEA BUSA!!!

Ennesima e confortante dimostrazione di carattere del 15 bianconero, opposto nella quinta giornata di campionato ad un Casale che, a dispetto di una classifica che ne sbugiarda il reale valore, ha fatto sudare le classiche 7 camicie a boys bianconeri nel tentativo (riuscito) di portare a casa una partita molto più complicata rispetto a quanto posa far pensare il 33 a ZERO conclusivo che ha premiato i “Giannizzeri” di Maso & Pietrosanti (andateci dopo su Wikipedia per vedere di chi si tratta, ma finite prima di leggere l’articolo).
 
Nella prima frazione di gioco infatti i biancorossi della Marca hanno spinto forte sull’acceleratore, obbligando i nostri ad una lunga fase di contenimento e mettendo in seria apprensione la tifoseria di casa a causa di un predominante possesso palla Trevigiano nella nostra metà campo.
 
Il tabellino del match è stato smosso da Mirano dopo circa un quarto d’ora dall’avvio grazie ad una stilettata vincente dei nostri trequarti, abili nel pescare sguarnito l’out sinistro di Casale dopo una serie di “pick and go” ben orchestrati dal pacchetto di mischia, capace di risucchiare sui punti d’incontro buona parte dei difensori biancorossi per poi aprire palla in modo vincente verso i nostri attaccanti esterni.
Ma come più sopra affermato, i Trevigiani hanno reagito immediatamente allo svantaggio, spostando l’asse del gioco nelle vicinanze della nostra linea dei 22 ed obbligando Mirano all’organizzazione di una complicata fase difensiva.
 
Casale ha spinto tanto con il proprio pacchetto degli avanti mettendo a terra quintalate di preziose energie che però non è riuscita a far fruttare. 
Mirano ha difeso alla grandissima la propria linea di meta, soffrendo e sapendo di soffrire, disinnescando con pazienza tutte le trame d’attacco avversarie e riuscendo ad emergere sul finire del tempo dalla “busa” che il 15 biancorosso ha tentato vanamente di scavare.
 
C’è voluta una genialata della nostra mediana, capace con una finta azzeccatissima di “mandare al bar” mezza difesa ospite e di regalarci un dolce planaggio in mezzo ai pali per la seconda segnatura bianconera.
 
La meta ha avuto poi un effetto mortifero sulle velleità ospiti, colpevoli loro malgrado di aver consumato fin qui troppa benzina e costretti nel secondo tempo a cedere preziosissimi metri di campo ai bianconeri.
Mirano dopo aver inserito forze fresche ad inizio ripresa nel reparto “animali da soma”, ha preso nuovamente in castagna la linea di difesa avversaria con un preciso “unodue” della cavalleria leggera, capace di uccellare Casale sul proprio nervo scoperto (le fasce).
 
Il secondo tempo giocato da Mirano è stato esemplare, sia per la marcata precisione nella fase di “handling”, sia nella proposizione delle trame di attacco apparse in alcuni tratti assolutamente spettacolari.
 
E’ strapiaciuto nel complesso soprattutto il sano cinismo dei ragazzi, capaci di “leggere” il piano di gioco avversario e di studiarne le contromosse più efficaci dopo averne fiaccato le fonti di alimentazione.
 
Grande festa a fine match con i ragazzi pronti a disegnare e tributare ad un degno contendente il giusto ed applauditissimo corridoio in direzione degli spogliatoi.
 
Domenica prossima importantissima replica tra le mura amiche per i bianconeri, che li metterà di fronte nel fortino del campo B al Rugby Polesine, formazione che occupa attualmente la seconda posizione in classifica ed occasionissima fondamentale per i boys per provare a fare definitivamente la voce grossa in un campionato che sta fin qui prendendo una piega che più piacevole non si può.
 
Ti aspetto, non oziare, ore 11, vieni a tifare!!!
Jena Plinsky

N.B.: Mete di Lazzari R. (2), Doro (2), Lazzari E.

Foto: Mauro Bonicelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.