U16: MIRANO – CUS VERONA 18-14, SI VA IN FINALE

Ho di recente fatto il corso per l’uso del defibrillatore e c’è mancato poco che ieri durante la partita dovessi far vedere quello che ho imparato, partita al cardiopalma fino all’ultimo secondo, si proprio all’ultimo secondo quando gli avversari stavano avvicinandosi alla linea di meta e la palla è uscita dalla linea di touche, in quel momento l’arbitro ha fischiato la fine della partita e sugli spalti la gente ha ricominciato a respirare.
Il risultato finale di 18 a 14 infatti non assicurava la vittoria in caso di meta da parte del CUS Verona, che ha giocato fino all’ultimo secondo, bravi i ragazzi a contenere.

 

La partita e’ stata molto piacevole ed intensa, giocata in modo esemplare da tutte e due le squadre, tanto che più di qualcuno (per non dire tutti), ha definito questa partita la vera finale, il primo tempo è stato abbastanza pari, anche nel risultato 8 a 7 per il Mirano, giocato però prevalentemente nella metà campo veronese.

 

Il secondo tempo inizia con l’arrembaggio del Verona che i primi 10 minuti schiaccia il Mirano nella sua area dei 22, poi arrivano le due mete non trasformate che portano il mirano sul 18 a 7 ma la partita non è ancora finita e il Verona si butta sotto riuscendo di li a poco a raggiungere la sua seconda meta, trasformata, poi come detto all’inizio gli ultimi 5 minuti di fuoco.

 

Una finale meritata, per quello dimostrato fino ad ora dai ragazzi dell’Under 16 miranese, gli avversari saranno la squadra del Bassano che ha avuto ragione del Venezia Mestre nell’altra semifinale svoltasi in contemporanea a Padova.

 

Domenica quindi altro piccolo sforzo per i nostri ragazzi, per concludere in modo ottimale questa bellissima stagione tutti a Silea, calcio d’inizio ore 11.30, giornata ricordo di doppia finale visto che nel pomeriggio, ore 17.00 anche l’Under 18 avrà il suo impegno contro il Paese per la finale di campionato a San Donà.

 

L’arbitro, che ha arbitrato molto bene ha fatto sapere di aver aggiunto sul referto che e’ rimasto molto colpito dal pubblico presente che ha incitato continuamente i ragazzi in modo educato e forse anche perchè non ha mai insultato l’arbitro, molto bravo.

 

D’obbligo i ringraziamenti come al solito a tutti , genitori, allenatori, i dirigenti dell’Altovicentino che ci hanno ospitato, gentilissimi e disponibili, ma sopratutto ai ragazzi di tutte e due le squadre, dentro e fuori dal campo anche dopo la partita, veri atleti che dimostrano di domenica in domenica di saper maturare, in vista anche del prossimo anno, che si preannuncia molto impegnativo.

 

Matteo Deppieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.