UNDER 16 PRIMATO IN CLASSIFICA

Di solito non scrivo mai perchè diciamo, che non è proprio la mia specialità, pero’ è un vero peccato non raccontare quello che i ragazzi della 16 stanno facendo quest’anno, e’ doveroso qui sottolineare la prestazione di domenica sul difficile campo della Castellana, squadra affrontata gia altre due volte durante questa stagione e sempre partite di grande intensità e rispetto, sia tra giocatori che tra dirigenti e allenatori.
Con almeno tre atleti influenzati, e qualcun’altro non al top per infortuni vari, sono riusciti a vincere, e a conquistare un meritato primo posto, riempiendo di orgoglio i genitori, sempre molto presenti ad incitare i ragazzi, e gli allenatori.
Partita vinta con il cuore perchè ripeto non era per niente semplice gli avversari avrebbero meritato altrettanto la vittoria senza portar via niente, ma purtroppo dal campo esce uno solo vincitore.
Approfitto qui per ringraziare personalmente tutti i ragazzi, ma loro lo sanno già, perchè, lo faccio continuamente, tutti i genitori sempre presenti, e tutti quelli che partecipano in un modo o nell’altro, ricordo che perchè tutto funzioni non ci sono solo le partite , ma altre cose dietro, preparazione, terzo tempo, la società, etc…
Tornando ai ragazzi dopo un eccellente inizio di stagione con un girone per eliminatorie d’elittè giocato molto bene( resterà sempre il rammarico di non essere riusciti per poco ) , perso solo forse per un po’ di timore, piu’ che per demerito sul campo, si e’ cominciato il campionato che a parte un paio di distrazioni iniziali ha visto un crescendo sia dal punto di vista atletico, che dal punto di vista mentale della squadra, fino a portare il mirano al secondo posto in classifica alla fine del girone di andata.
Le squadre affrontate sono tutte squadre di ottimo livello, che non e’ cosi scontata la posizione attuale, vincendo solo giocando di squadra come questo gruppo ha dimostrato di saper fare, ci son state partite molto sofferte fino alla fine.
Ai ragazzi come ho gia detto posso solo ricordare che,gli allenatori possono insegnargli come fare, i genitori possono seguirli ed incitarli continuamente, ma la consapevolezza dei propri mezzi e delle proprie capacità spetta solo a loro trovarla, e DOMENICA QUESTO E’ STATO FATTO, in campo alla fine ci siete voi.
Bravi continuate cosi con lo stesso spirito di gruppo.


Di: Matteo Deppieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.