U14: Una giornata in Francia

1, 2, 3… pronti e via, cosi è cominciata l’avventura sabato mattina alle 6:30, destinazione Francia.

Il tempo non ha lasciato mai sperare bene visto che durante il viaggio ha praticamente sempre piovuto fino a 15 km circa dalla nostra meta GRASSE in FRANCIA… poi sempre il sole.

Arrivati a destinazione ci si è diretti subito allo stadio dove stavano giocando altre categorie, per prendere confidenza con l’ambiente.

Per quanto riguarda i cugini francesi siamo stati ospitati veramente bene, gentilissimi, infatti ci siamo lasciati con la promessa di poter riuscire a contraccambiare l’anno prossimo invitandoli da noi.

Il mirano ha partecipato con due squadre: Mirano A e Mirano B, dove sono stati divisi nel Mirano A i ragazzi del ’99, mentre nel Mirano B, quelli del 2000, credo per la prima volta a scontrarsi da soli senza il supporto dei più’ grandi, con l’aggiunta di 3 ragazzi dell’under 12.

Domenica, giorno del torneo, il tempo è bellissimo con un sole che accompagna tutta la giornata, le partite sono molte e i ragazzi delle due squadre si sono impegnati moltissimo fin dalla prima partita, dimostrando di poter competere con le avversarie francesi e anche qualche squadra italiana.

Finiti i gironi ad eliminazione si è proceduto subito alle finali riuscendo alla fine a portare via un 4° posto per i grandi (1999) e un 11° posto di tutto rispetto per i piccoli (2000).

La sorpresa più bella durante la premiazione è la coppa per il FAIR PLAY che è stata assegnata alla squadra del Mirano divisa da tutte e due le squadre per la felicità dei ragazzi e anche dei genitori ed allenatori.

Rientro in Italia verso le due del mattino, stanchi ma cosi soddisfatti da non accorgersene nemmeno.

Conclusioni: un successone sotto tutti i punti di vista!

complimenti alla prima squadra la squadra denominata Mirano A, che giocando con solo 11 giocatori, non ha potuto contare su riserve continuando a stare in campo tutte le partite, anche con giocatori un po ammaccati che hanno resistito fino in fondo riuscendo ad aggiudicarsi un buonissimo e meritatissimo 4° posto (che a dire il vero potrebbe essere anche un po’ stretto, nel senso che si poteva e si meritava anche qualcosa in più, ma va benissimo così);

complimenti alla seconda squadra la squadra denominata Mirano B, che come si diceva, giocando per la prima volta da soli , con l’aggiunta di 3 ragazzi della 12, che saranno nuovi compagni di squadra nella prossima stagione ma che si sono integrati già benissimo, ha dimostrato tutto il suo valore con un ottimo 11° posto, bisogna dire che nelle 21 squadre partecipanti c’erano nomi di tutto rispetto e comunque tutte squadre molto preparate;

complimenti alla terza squadra la combriccola dei genitori che è riuscita a creare un buon gruppo sempre allegro e unito, come già si sapeva, e a rappresentare il tifo del Mirano sempre numerosamente, nonostante eravamo la squadra più lontana dal paese organizzatore, erano gli unici che si sentivano dalla tribuna ad incitare continuamente i ragazzi delle due squadre. Ha organizzato con passione questa trasferta in modo che non ci fosse niente fuori posto e cosi è stato: birre e panini, birre e patatine, birra  e melone, birra e formaggio… etc… Si: non e’ mancato niente;

complimenti all’organizzazione come già detto tutto organizzato bene, persone gentilissime che ci hanno veramente ospitato bene;

complimenti gli allenatori sempre presenti ad incitare i ragazzi e a tenerli sempre carichi anche durante le soste tra una partita e l’altra, per non perdere la concentrazione. Ed hanno anche saltato il pranzo per dare l’esempio;

complimenti al tempo doveroso un accenno alla prima vera giornata di estate che ho visto quest’anno con un bel sole tanto che si ventilava l’ipotesi di una tappa al mare al ritorno ma ci siamo accontentati di guardarlo dall’alto dai finestrini del pulman, sarà per la prossima volta;

complimenti alla società del Mirano RUGBY complimenti e grazie alla società che ha sostenuto ed aiutato questa bellissima esperienza sia per i ragazzi che anche per i genitori, credo che saranno soddisfatti anche loro del risultato ottenuto (non partivamo certo favoriti) che ripaga comunque di tutti gli sforzi fatti sia fisici che finanziari. GRAZIE.

Matteo Deppieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.