due test match ed una sessione di team building danno il via alla stagione dell'Under 16 miranese

Il primo weekend di Settembre si è rivelato quanto mai intenso per gli atleti dell'Under 16 che nel pomeriggio di venerdì, sotto un pioggia battente ed aiutati dall'amico Paolo Bucci, ha affrontato in un test suddiviso in 3 tempi da 15 minuti l'uno i pari età del Conegliano

guidati da Stefano Raffin. Purtroppo il maltempo ha limitato alcune scelte di gioco ma visto che nei 10 giorni di allenamento si è lavorato su distribuzione e salita difensiva, lo staff tecnico può ritenersi soddisfatto nonostante una certa supremazia dimostrata dal Conegliano, soprattutto nel gioco al largo, dove la compagine bianconera ha messo in evidenza alcune lacune.
Tutte le indicazioni ricevute sono state, comunque, più che positive.

Giusto il tempo di gustare i panini per il terzo tempo preparati da Mario Pasti e poi tutti a casa che l'indomani la giornata sarebbe stata lunga ed intensa.
Per sabato 2 settembre, infatti, lo Staff Tecnico aveva in serbo una giornata dove l'unico obiettivo era ampliare la conoscenza tra compagni di squadra e creare un solido gruppo in vista dell'imminente inizio della stagione sportiva.
Il ritrovo è fissato alle ore 8.00 al Comunale per poi partire alla volta di Campagna Lupia vero l'azienda agricola "Alla Vaccheria" dove Mara e la figlia Anna ci hanno accolto nella loro bellissima fattoria in cui, con cura e passione, allevano circa 75 vacche ed altri animali da giardino tra cui un simpaticissimo pony di nome Zeus.
Dopo la mattinata passata molto velocemente, durante la quale i ragazzi hanno fatto il formaggio, nutrito le vacche ed imparato quanto più possibile sul ciclo del latte e la produzione dei suoi derivati, torniamo al campo dove gli accompagatori Alessio Rocco (che aveva preparato un ottimo sugo all'amatriciana) e Roberto Sartori, assieme a Massimo Michielan in qualità di sponsor con la propria azienda "Planning Pool", dopo aver trascorso la giornata assieme alla squadra mettono in tavola un pranzo succulento.

Il pomeriggio trascorre con gli allenatori che tengono una veloce riunione sulla linea tecnica stagionale, con l'elezione dei capitani e la stesura in gruppo di un codice etico.
Alle 18.00 i ragazzi vengono divisi in 3 gruppi: un gruppo cucina la grigliata per atleti e genitori, un gruppo è addetto alla pulizia e lavaggio pentole, mentre il terzo gruppo deve preparare la Club House per accogliere gli ospiti.
Dopo tante risate ed una cena succulenta la serata viene dichiarata chiusa, sicuri di avere aneddoti da qui a Natale ma soprattutto di aver costruito un forte legame all'interno delle squadra che domenica prossima affronterà l'ultimo test, contro il Valsugana, prima del 17 settembre, data in cui inizierà l'avventura dei barrage.

Fabio Francese